I miti da sfatare sui cosmetici biologici


Cosmesi biologica, quanti miti e leggende da sfatare! 

Se è vero che l’utilizzo dei prodotti biologici sta prendendo sempre più piede, ahimè vale altrettanto per le false credenze a loro correlate. È quindi giunto il momento di fare un po’ di chiarezza: vediamo insieme i miti da sfatare sulla cosmesi biologica.



I cosmetici biologici non sono sicuri

FALSO – Come nella cosmesi tradizionale, i cosmetici biologici sono ampiamente controllati e devono rispondere alla normativa europea vigente. Ogni fase produttiva deve essere disciplinata dal regolamento europeo 1223/09 che tutela il consumatore. All’interno del regolamento troviamo il Cosmetic Product Safety, Report che serve a garantire la massima tutela del consumatore. Infatti, una volta che il prodotto è pronto per essere lanciato sul mercato, viene prima di tutto analizzato e valutata la sua sicurezza per la nostra salute oltre che la conformità alle normative; solo allora può essere notificato alle autorità e messo in vendita.

  

I cosmetici bio non funzionano

FALSO – Iniziando a utilizzare detergenti bio noterai un cambiamento sostanziale di pelle e capelli. Questo cambiamento è dovuto al fatto che viene meno l’utilizzo di prodotti a base siliconica, che solitamente creano un rivestimento rendendo corpo e capelli artificialmente luminosi.

Gli effetti dei detergenti biologici si vedono sul lungo periodo, perché dobbiamo dare il tempo al nostro corpo di smaltire i siliconi e permettere ai principi attivi naturali di entrare in profondità, agendo dall’interno.



Se un prodotto è naturale, è bio

FALSO – Non è tutto oro quel che luccica e non è tutto biologico quel che è naturale! Se sul packaging di una crema o di un detergente trovi la dicitura “naturale” ciò non significa che sia biologico. Se un prodotto è biologico deve essere certificato e deve quindi riportare il logo della certificazione biologica che ha ottenuto, soddisfando i requisiti richiesti. 

Ad esempio i prodotti Effebio sono prodotti certificati Eco Bio secondo gli standard AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica). Ciò conferma l’adozione di un metodo di produzione che prevede l’impiego di sostanze di alto livello qualitativo e a basso impatto ambientale. Per scoprire tutte le nostre certificazioni, clicca qui.



I cosmetici bio scadono rapidamente

VERO – Sicuramente è un aspetto da considerare quando si sceglie un cosmetico solido. Ma ciò non deve essere visto come uno svantaggio, piuttosto è indice della massima naturalezza del prodotto, perché contiene in minor quantità se non addirittura privo di conservanti e prodotti chimici che lo farebbero durare più a lungo del dovuto. Un cosmetico organico o biologico solitamente ha una durata più breve rispetto alla “cosmesi classica”, ed è giusto che sia così.